Taggato: , ,

Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Post
  • #684
    Dottore
    Amministratore del forum

    Ecco come è nata questa domanda nella chat Whatsapp del corso.

    “Signora, lei che insegna le lingue antiche, si è mai chiesto perché a Prometeo l’aquila mangiava il fegato tutti i giorni e la notte gli ricresceva? Sembra una domanda così… invece ha una grande correlazione con gli argomenti che stiamo trattando…
    Con la mia domanda non volevo fargli un esame, me ne guarderei bene, ma solo cogliere uno spunto di riflessione… perché noi abbiamo già parlato di Prometeo…
    Pensate… ha a che fare con il colesterole e le HDL 😉🙃”

    RISPOSTA: Ha ragione! Ma sa che non ci avevo mai pensato! Grazie per avermelo fatto notare, specialmente dopo le spiegazioni dell’ultimo incontro! Mi faccia sentire “sotto esame” più spesso e…per favore..mi chiami Alessia..

    #685
    Dottore
    Amministratore del forum

    SPIEGAZIONE
    “Ho aspettato un po’ a rispondere sulla questione del fegato di Prometeo ma ecco la risposta.Gli antichi amavono usare delle metafore e delle immagini molto vivieper descrivere organi e funzioni di cui avevano una conoscenza limitata e assai superficiale.Il fegato, come il l’antro dello stomaco (qui usiamo non a caso l parola antro che è quello dove Vulcano il dio fabbro lavorava il ferro con il fuoco), il pancreas, la milza sono tutti organi della digestione, organi come si dice in ayurveda Pitta, cioè legati al ‘fuoco’ e alla trasformazione.Ora il fegato allora come oggi ha una grossa funzione di digestione che avviene anche di notte, oserei dire soprattutto di notte, mentre di giorno viene ‘aggredito’ dai cibi e dalle sostanze tossiche ingeriamo. Ora l’Aquila rappresenta l’aggressione diurna che cerca di distruggere il fegato e la notte sono i metabolismi che rigenerano il fegato e tra le tante funzioni svolte c’è anche quella di raccogliere il colesterolo circolante, spesso in accesso, tramite le HDL: Tutti probabilmente sapete che le HDL rappresentano il colesterolo buono (ecco perché questo valore è meglio se è alto) che lo portano al fegato e qui viene tutto riciclato e rigenerato tramite la bile. La mattina dopo noi siamo pronti (come l’aquila) con il fegato ‘rinnovato’ a ricominciare un altro ciclo di ‘distruzione’ e di ‘intossiacazione’.Gli antichi dicevano le stesse cose che noi diciamo oggi ma le dicevano in un altro modo, spesso più colorito, più fantasioso.”

Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.