Rispondi a: Mangiare con le mani? – 1

#857
Dottore
Amministratore del forum

Mangiare con le Mani?Siamo tutti tesi verso una ricerca permanente della coscienza, che emerge dall’affinare la consapevolezza, la conoscenza interiore che dipende interamente dal rapporto armonioso che sviluppiamo con la natura. L’obiettivo delle pratiche alimentari Sadhana è quello di aiutare a riconnetterci alla grande energia dell’universo in modo che possiamo ripristinare la nostra memoria cognitiva che va molto indietro alle origini dell’universo. Usare i mudra per mangiare e per entrare in comunione con il cibo che mangiamo è un passo fondamentale per collegarci con le energie cosmiche e uno strumento fondamentale per ricevere il nutrimento toccando la generosità della Terra. La pratica di questi specifici mudra ci permette di aprire il nostro cuore alla saggezza della Madre. Banchettiamo con le nostre mani al suo tavolo e non avremo mai fame o affamati. Il cibo è memoria. Mangiare con le mani è ricordare la nostra natura sacra.
Mentre in Occidente mangiare con le mani di solito evoca immagini di un bambino imbrattato da capo a piedi con il cibo, in Oriente, usare le mani come utensili è un’arte molto raffinata.

Ecco i sei principali modi di usare le mani:
Ghronikah mudra, cinque dita formano come un petalo intorno a una porzione di cibo grande quanto una prugna. Questo è uno dei due principali mudra utilizzati per mangiare cibi solidi come cereali e verdure, o per raccogliere i vari dhals con chapati o pane;
– Annabhakshana mudra, utilizziamo le dita per prendere su una piccola quantità di cibo, sufficiente per porlo alla base delle quattro dita. Utilizziamo il pollice per far avanzare il cibo in avanti e in bocca. Questa è la seconda delle due mudra principali per mangiare qualsiasi cibo solido. Solo la mano destra viene utilizzata per mangiare. Annabhakshana mudra coltiva la nostra discriminazione nel mangiare cibo di buona qualità nella quantità appropriata e in un ambiente tranquillo;
– Kangulah mudra prende il cibo con le dita pollice, indice e medio. Ci si impegna in questo mudra quando si mangiano pezzi di cibo lunghi, come asparagi, carote, sedano, canna da zucchero, murungai keerai o foglie di Moringa oleifera . Portando il cibo alla bocca con kangulah mudra, il palmo della mano è rivolto verso l’alto, evocando lo spirito della coscienza in quanto tocchiamo la Natura. Questo mudra sviluppa un delicato rispetto per i doni preziosi della natura. Il primo mudra, Ghronikah, attiva e bilancia l’elemento di terra all’interno del corpo. L’elemento terra controlla il nostro senso dell’olfatto e ci ha aggiunta la visione per “intuire la nostra strada”, cioè, essere pienamente consapevoli della nostra connessione con Madre Natura.
Kadambah mudra acquatta le cinque dita intorno al cibo solido e fisso. Questo mudra è riservato a mangiare frutta fresca di forma tondeggiante che si adatta perfettamente nel palmo della mano, come mele, pere, mango o pesca. Si può anche usare per mangiare dolci come ladhu. Il mudra prende il nome del famoso albero Kadamba (Antocephalus cadamba Miq, l’albero del Buddha), che si dice metta fuori le gemme per il fragore di nuvole temporalesche, e che produce frutti duri, non commestibili. Quando Madre Natura è maltrattata e ne siamo certi, lei urla il suo tuono e rende rari i suoi frutti. Praticare questo mudra ci aiuta a ricordare di essere grati per ogni granello di cibo che la Natura ci offre.
Mukulah mudra quando si mangia con tutte e cinque le dita saldamente unite tra di loro. In questo mudra si prende una minima quantità di cibo alla volta, per esempio, dieci grani di riso cotto. Il mudra è utilizzato in annaprashanam, o la cerimonia della prima alimentazione solida o divezzamento, uno dei 16 samskara, di solito eseguita nel quinto o sesto mese di vita del bambino. Mukulah mudra è il promemoria che noi siamo sempre sul nascere della vita, continuamente rigeneriamo il fluire della consapevolezza. Ogni boccone di cibo deve servire a risvegliare la memoria cosmica del primo cibo che, come esseri umani coscienti, assorbiamo dal nettario della Madre.
Khatakamukhah mudra è la degustazione dei cibi prendendoli saldamente schiacciati con indice, medio indice e il pollice. Questo mudra misura l’equivalente di mezzo cucchiaino. È usato per determinare la quantità di spezie e condimenti da usare in cucina e come un pizzico per i farmaci. Il cibo è la forma più potente di medicina, ma dobbiamo utilizzarla con cautela. Manteniamo il nostro cuore aperto, ma le nostre mani semichiuse nel ricevere il cibo è una buona politica da effettuare. Khatakamukhah mudra ci aiuta ad esercitare una decisa discrezione intorno al cibo.